News

RENDI SEMPLICE LA GESTIONE DEI RIFIUTI

Il Decreto Legislativo n.116/2020 ha apportato alcune modifiche al cosiddetto Testo Unico Ambientale (Decreto Legislativo n.152/2006)

Il Decreto Legislativo n.116/2020 ha apportato alcune modifiche al cosiddetto Testo Unico Ambientale (Decreto Legislativo n.152/2006).
Dopo il pensionamento del SISTRI (per fortuna), Il sistema di tracciabilità dei rifiuti (registro di carico scarico, formulari trasporto e MUD) sono integrati nel “Registro Elettronico Nazionale per la tracciabilità dei RIfiuti” (cd. RENTRI). Il registro, istituito dal DL 135/2018 sarà gestito dall’Albo Nazionale Gestori Ambientali.
Il sistema non è ancora completamente operativo; con appositi Decreti Ministeriali saranno definite le modalità di compilazione dei registri di carico e scarico e dei formulari d’identificazione dei rifiuti, che saranno pertanto (a partire dal 01/01/2023) in formato digitale.

COSA SIGNIFICA TUTTO CIO’?
Per ora non cambia nulla. Fino all'entrata in vigore di questi decreti attuativi continuano ad applicarsi i modelli di registro di carico e scarico e di formulario di identificazione del rifiuto, ex Dm n.145 e n.148 del 1998. Dal 01/01/2023 i registri carico/scarico rifiuti saranno gestiti solamente in forma digitale.

NOI SIAMO PRONTI E VOI?
Già a partire dal 2022 abbiamo avviato il processo di informatizzazione dei registri di carico-scarico rifiuti. Abbiamo unito la consulenza tecnico-ambientale alla gestione informatica con il preciso intento di semplificare tutte le attività correlate alla gestione dei rifiuti.

Gli anni di esperienza nel campo dei rifiuti ci hanno portato alla volontà di offrire un modo semplice ed efficace per evitare gli errori più ricorrenti nella tenuta del registro, del MUD e dei Formulari di trasporto.
Grazie alla informatizzazione del registro c/s rifiuti tutto sarà più semplice. Sarà possibile accedere ad una piattaforma cloud sviluppata appositamente per governare in maniera versatile l’intero ciclo dei rifiuti e tutte le operazioni ad esso associate. Quali sono i vantaggi:
  • adeguamento costante del software alla normativa di legge
  • consulenza continuativa
  • gestione assistita di tutte le fasi importanti, per una corretta e precisa gestione dei rifiuti: anagrafiche delle aziende coinvolte e dei rifiuti gestiti, convalida dei singoli movimenti di carico e scarico, controllo periodico, gestione della stampa del registro di C/S su vidimato.
LE REGOLE BASE DEL DEPOSITO TEMPORANEO
Il deposito temporaneo (o stoccaggio) dei rifiuti prodotti deve essere effettuato in maniera corretta. Di seguito le principali regole da seguire:
1.    Lo stoccaggio dei rifiuti, in generale deve essere effettuato su platea in cemento o altro materiale impermeabile, tale da evitare percolamenti prodotti e acque di dilavamento infiltrabili nel terreno verso falde acquifere.
2.    I Rifiuti vanno separati per codice CER
3.    Ogni rifiuto deve essere provvisto di etichettatura riportante le caratteristiche del rifiuto, il quantitativo e il codice CER
4.    In caso di deposito di rifiuti liquidi deve essere previsto un bacino di contenimento e dovrà essere presente nelle immediate vicinanze un apposito kit di emergenza antispandimento, costituito da materiale assorbente idonea a raccogliere gli eventuali sversamenti.

Importante: la documentazione (MUD, registri c/s, formulari) va conservata e tenuta a disposizione delle autorità competenti per almeno 3 anni
 
 
SE DESIDERI MAGGIORI INFORMAZIONI SULLE NOSTRE SOLUZIONI PER IL NUOVO REGISTRO DIGITALE
CONTATTACI AL NR. 0458601068
I NOSTRI TECNICI SONO A TUA DISPOSIZIONE
OPPURE SCRIVICI A INFO@ACONS.IT

Lavoriamo per offrire ai nostri clienti soluzioni che permettano di far crescere in sicurezza le persone, le aziende e le istituzioni agendo sul miglioramento continuo.

Tieniti informato, rimani in contatto con Acons

Contattaci per qualsiasi informazione a info@acons.it