News

OBBLIGO VACCINALE PER IL PERSONALE SCOLASTICO: NOTA DI CHIARIMENTO

Nuova nota del Ministero dell’Istruzione sull’obbligo vaccinale per il personale scolastico

A partire dal 15 dicembre, l’obbligo vaccinale si applica a tutto il personale scolastico, incluso quello assente dal servizio per legittimi motivi, con la sola eccezione del personale indicato nella nota 7 dicembre 2021, n. 1889, il cui rapporto di lavoro risulti sospeso per collocamento fuori ruolo, comando, aspettativa per motivi di famiglia, mandato amministrativo, infermità, congedo per maternità, paternità, per dottorato di ricerca, sospensione disciplinare e cautelare.
 
La delicatezza della questione impone uno studio attento della nota in oggetto e il confronto con la normativa di riferimento: solo così sarà possibile un’analisi approfondita della situazione descritta dalla circolare ministeriale. 
 
“Gli esenti dall’obbligo vaccinale saranno adibiti a mansioni anche diverse, senza decurtazione della retribuzione, in modo da evitare il rischio di diffusione del contagio da Sars-Cov-2. Tali previsioni non introducono l’obbligo tout court, quanto piuttosto la possibilità, per il datore di lavoro, di adibire il personale esente/differito dalla vaccinazione a mansioni diverse da quelle ordinariamente svolte”.
Poi precisa: “Il Legislatore, ovviamente, non chiede al dirigente scolastico interventi ‘impossibili’ ma, più semplicemente, che si adottino le misure che, ‘secondo la particolarità del lavoro, l’esperienza e la tecnica, sono necessarie a tutelare’ la salute del personale scolastico”.
 
Secondo quanto si legge nella nota, il dirigente scolastico avvalendosi del Responsabile del servizio di prevenzione e protezione (Rspp) e del medico competente valuta la possibilità che il personale prosegua nello svolgimento della prestazione lavorativa cui è normalmente adibito.
 
In ipotesi contraria, ovvero qualora dalla valutazione tecnica emerga un rischio elevato, il dirigente individua, sempre con la collaborazione dei tecnici, interventi che consentano di ridurre il rischio, permettendo con ciò il proseguimento del servizio in condizioni accettabili di sicurezza.
 
Tra i provvedimenti protettivi ulteriori adottabili, la nota indica mascherine Ffp2, visiere professionali paraschizzi aggiuntive all’utilizzo di mascherine, utilizzo di aule di maggiore ampiezza, con studenti maggiormente distanziati e in numero ridotto e potenziamento aerazione.
 
 

Lavoriamo per offrire ai nostri clienti soluzioni che permettano di far crescere in sicurezza le persone, le aziende e le istituzioni agendo sul miglioramento continuo.

Tieniti informato, rimani in contatto con Acons

Contattaci per qualsiasi informazione a info@acons.it