I Sistemi di Gestione Qualità Ambiente e Sicurezza: dalla FORMA alla SOSTANZA

24/10/2018
La recente pubblicazioni delle “nuove” norme 9001, 14001 e 45001, ha visto, tra gli aspetti più significativi,

BRC GLOBAL STANDARDS

26/09/2018
BRC Global standards   CHE COS'È Il BRC Global Standard for Food Safety è nato nel 1998 per garantire che

SISTEMI DI GESTIONE SICUREZZA ALIMENTARE

26/09/2018
Le norme ISO (ISO 22000, ISO 9001, ISO 22005) UNI (UNI 10854, UNI 11381), così come gli standard della GDO

TUTELA DELLA PRIVACY - NOVITA' SU VIDEOSORVEGLIANZA

10/09/2018
Con la sentenza 38882/2018 la Cassazione ribadisce che il consenso scritto dei lavoratori non può costituire un valido

VIRUS WEST NILE ALCUNE INFORMAZIONI UTILI

27/08/2018
Che cosa è e come si trasmette il virus? Il virus viene trasmesso dalle zanzare, che si infettano pungendo gli

SISTEMI DI GESTIONE SICUREZZA ALIMENTARE

26/09/2018
Le norme ISO (ISO 22000ISO 9001ISO 22005) UNI (UNI 10854UNI 11381), così come gli standard della GDO (BRC-GSFSIFSGlobalG.A.P., QS) rappresentano un valido supporto per le imprese per rassicurare i clienti sulla qualità e la sicurezza dei propri prodotti. Lo stesso scopo hanno alcune certificazioni di prodotto, quale ad esempio lo standard Senza Glutine.

Uno dei diritti fondamentali del consumatore è la sicurezza alimentare  e tutte le imprese alimentari sono obbligate a garantirla.

L’obiettivo primario è la conformità alla normativa vigente in materia di sicurezza alimentare, la quale stabilisce che ciascun operatore del settore alimentare è responsabile della conformità dei prodotti che immette sul mercato.

Nell’ambito dell’autocontrollo, inteso come responsabilità prioritaria nell’applicazione della normativa cogente e nella verifica della corretta applicazione, rientrano:
  • Analisi del rischio
  • Gestione del rischio
  • Eventuale comunicazione del rischio
  • Rintracciabilità del prodotto
  • Principio di precauzione
  • Chiara e corretta etichettatura

Ma se i regolamenti comunitari definiscono obblighi di risultato, le modalità per raggiungere l’obiettivo sono a discrezione dell’impresa.
 
La responsabilità dell’operatore passa attraverso l’adozione di un sistema di
  • registrazione,
  • documentazione
  • verifica
delle attività per le quali si può essere chiamati a rispondere, al fine di assicurare i requisiti di sicurezza degli alimenti.